Produzione Rolex 1945-1987


Questo grafico prende in esame la produzione di orologi Rolex in funzione dei singoli anni, facendo riferimento all’arco temporale compreso tra il 1945 e il 1987, cioè l’ultimo anno in cui vengono impiegati i seriali numerici.

Osservando l’andamento produttivo possiamo notare una naturale tendenza crescente caratterizzata però da alcuni picchi, sia positivi che negativi: riscontriamo cioè delle fasi di sovrapproduzione alternate ad altre di sottoproduzione.

Tra le più evidenti notiamo ovviamente una produzione ridotta durante gli anni del secondo conflitto mondiale e un evidente picco negativo attorno al 1979, presumibilmente imputabile alla crisi energetica di quell’anno che potrebbe avere frenato la domanda di orologi di lusso. La notevole crescita avvenuta nei primi anni ’80 è verosimilmente dovuta alla introduzione dei nuovi modelli Rolex con vetro in zaffiro che per un certo periodo vanno ad affiancare la gamma “storica”.

Il biennio 1976-’77 merita un discorso più approfondito: osservando il grafico la linea continua rappresenta quella che riteniamo essere la produzione effettiva di orologi mentre la tratteggiata comprende il range dei numeri seriali presumibilmente riservati alle casse di fornitura.

Questa ipotesi è avvalorata dalla presunta iperproduzione avvenuta nel 1976: è infatti poco plausibile che Rolex abbia effettivamente realizzato un numero così elevato di orologi (dalla matricola 4.120.000 alla 5.000.000 circa), rendendo invece verosimile la tesi che vorrebbe un congruo range di numeri seriali riservati alle casse di ricambio (4.440.000 – 5.000.000 circa).

La linea tratteggiata mostra infatti un poco credibile picco produttivo (oltre 800.000 orologi) mentre quella continua illustra il dato che reputiamo più veritiero.

Ricordiamo anche in questo caso che, a causa della mancanza di riferimenti ufficiali forniti dalla Casa, i dati sono da considerarsi come una semplice ipotesi formulata dagli autori del sito.